Acquisizione materie prime

Le sementi di cereali a paglia commercializzate da Agroservice sono prodotte su 8.500 ettari di terreno di cui l'80% nelle Marche, regione molto vocata per la produzione delle sementi.

Le aziende agricole interessate seguono rigorosamente le seguenti indicazioni contemplate nel contratto di coltivazione:
1. Coltivare una sola varietà per specie.
2. Rispettare le distanze minime, stabilite dall'Ense, rispetto ad altre varietà.
3. Utilizzare la semente fornita da Agroservice, conciata a seconda della specie con C3, C4, o C5.
Seguire la coltivazione con una adeguata tecnica agronomica con l'obiettivo di produrre del seme sano, vigoroso, idoneo per la riproduzione. Effettuare quindi le rotazioni, le lavorazioni, gli interventi di diserbo, fungicidi e le concimazioni secondo le indicazioni dei nostri tecnici.
4. Effettuare le operazioni di raccolta con un aumidità inferiore al 13% e garantire la massima pulizia delle macchine per la raccolta e dei mezzi di trasporto al fine di evitare ogni rischio di inquinamento.


Inoltre, le colture sono oggetto di visita in campo da parte dei Tecnici Ense e di Agroservice per valutarne l'idoneità al fine della destinazione come sementi.
L'obiettivo di questa procedura è quello di disporre di un seme con un'elevata germinabilità, un ottimo vigore ed un'elevata purezza specifica e varietale; in altre parole, Agroservice chiede "seme di qualità".

Iniziative di Agroservice per la produzione di “Seme di Qualità

Al fine di elevare sempre di più lo standard qualitativo della semente da commercializzare a Commercianti, Consorzi Agrari e Cooperative, Agroservice intraprende alcune iniziative nei confronti dei Produttori Agricoli e dei Terzisti che riproducono il seme; le iniziative sono rivolte al frumento duro perché tale specie ha rappresentato e rappresenta ancora oggi il 55-60% dell’intera attività sementiera di Agroservice.
Questo progetto, denominato “Seme di Qualità”, prevede l’individuazione dei tre migliori Produttori Agricoli e dei relativi Trebbiatori in base all’analisi delle sementi consegnate.

1998. Nei primi anni l’iniziativa “Seme di Qualità” si è esplicitata con un’incentivazione, alle aziende che riproducono seme su contratto per nostro conto, all’utilizzo e buon uso dei prodotti fungicidi. Ciò in quanto ci si era resi conto che la pratica agronomica della difesa fitosanitaria del grano duro da seme non veniva percepita dalle aziende agricole nella sua totale importanza e veniva spesso trascurata o considerata solo come un intervento accessorio.

Con la nostra iniziativa siamo riusciti ad aumentare la superficie di frumento duro da seme difesa dalle malattie fungine in maniera considerevole: attualmente si oscilla dal 70 all’85% di colture trattate due volte, a fine inverno e alla spigatura (oscillazione che dipende dai diversi andamenti agro-meteorologici negli anni; si consideri inoltre che diverse zone dell’areale marchigiano, principale bacino di riproduzione di Agroservice, sono naturalmente sfavorevoli agli attacchi dei patogeni fungini).

2001. L’iniziativa “Seme di Qualità” ha cambiato veste e si è trasformata in un riconoscimento pubblico, in occasione delle riunioni tecniche che Agroservice organizza ogni febbraio per i “suoi” riproduttori di sementi, con consegna di relative “Targhe-Premio” ai Produttori Agricoli ed ai Trebbiatori che negli anni producono le migliori partite di frumento duro da seme.
Il riconoscimento viene assegnato sia ai Produttori Agricoli che ai Trebbiatori in quanto solamente con il buon lavoro di entrambe le figure si raggiungono ottimi risultati: il Produttore deve rispettare gli “isolamenti” spaziali da altre colture, deve eseguire le diverse tecniche agronomiche in maniera corretta e professionale, deve produrre seme sano, mentre il Trebbiatore deve evitare di “inquinare” il seme con altre specie, deve evitare di spaccare il seme, deve ridurre al massimo le impurità, deve raccogliere alla giusta umidità.

2006. L’iniziativa “Seme di Qualità” prevede, oltre alla “Targa-Premio”, un viaggio premio che di anno in anno permette, ai Produttori Agricoli ed ai Trebbiatori che collaborano con Agroservice, di visitare e “toccare con mano” realtà agricole di altri paesi ed allargare così i propri orizzonti culturali e di conoscenza.

Copyright (c) 2014 by AGROSERVICE Spa | P.IVA 01194780431 | Privacy Policy | Cookie Policy | | Web Design & Search Optimization by ideArt

   |   Area Riservata
Webmail